Contact form

Contact Form (Conditions: Gas, electricity, phone)

Contactdata/ General interest (Contact-Flap)
Qual è il suo interesse?
Product-Section (Contact-Flap)
Gas supply informations (Contact Flap Options)
Il vostro consumo annuale
I vostri siti
Electrcity supply informations (Contact Flap Options)
Il vostro consumo annuale di elettricità
I vostri siti
Submit (Contact-Flap)

Alpiq prospetta una forte crescita della mobilità elettrica in Italia

Dall’aprile 2019 il governo italiano ha cominciato a promuovere la mobilità elettrica con sovvenzioni. L’obiettivo è di 1 milione di auto elettriche in circolazione entro l’anno 2022. Ciò premette anche un numero sufficiente di stazioni di ricarica. Alpiq vede un grande potenziale in Italia per soluzioni di mobilità e prospetta una forte crescita.

Il livello di accettazione delle auto elettriche in Italia è fra i più bassi d’Europa. Come misura per potenziare la mobilità elettrica, di recente il governo italiano ha introdotto nuove sovvenzioni. Ma basteranno per raggiungere gli obiettivi ambiziosi? Massimo Sabbioneda, responsabile di Alpiq E-Mobility Italia, si dice convinto: «Le auto elettriche si diffonderanno su tutto il territorio solo quando aumenterà considerevolmente il numero di stazioni di ricarica con roaming e scenderà il prezzo d’acquisto dei veicoli.»

Mentre che il mercato delle auto elettriche in Europa espande in certi casi con un tasso di crescita a tre cifre, in Italia nel 2018 sono state messe in circolazione appena 4’948 veicoli elettrici, su un totale di 2 milioni di auto vendute. Con una quota di mercato di auto elettriche pari allo 0,27 %, l’Italia si situa fra gli ultimi in fila nel confronto europeo. Per potenziare la mobilità elettrica, il governo italiano vuole immettere sul mercato circa 1 milione di auto a batteria entro il 2022. Lo Stato crea incentivi e sostiene l’acquisto di auto elettriche con sovvenzioni fino a 6’000 euro.

That’s Mobility, 25-26 settembre 2019, Milano Congressi

Il 25 e 26 settembre ci trovi a That's Mobility il principale evento italiano dedicato alla mobilità elettrica.

MiCo Milano Congressi - Gate 14, Via Gattamelata, 5 Milano (Orari: 9:30-18:00)

Ti aspettiamo al nostro Stand (A30) per conoscere da vicino i vantaggi di affidarsi all’unico E-Mobility General Contractor in Italia, in grado di offrire una gamma completa e personalizzabile di prodotti e servizi integrati per la mobilità elettrica.

That’s Mobility è una due giorni ricca di convegni, in cui verrà presentato tra l'altro Smart Mobility Report 2019 uno studio di settore a cura dell’Energy & Strategy Group del Politecnico di Milano

Alpiq accoglie con favore questa misura d’incentivazione, ritiene tuttavia che debbano essere soddisfatte due altre premesse per poter raggiungere un tale ambizioso obiettivo. «In caso di improvviso incremento della domanda, non sarà possibile soddisfarla», spiega Massimo Sabbioneda, «perché il numero di auto elettriche sul mercato è insufficiente.» Per spianare la via alla mobilità elettrica è richiesto quindi anche l’impegno dei produttori e degli importatori di automobili.

Rete fitta di stazioni di ricarica

La seconda premessa è un numero sufficiente di stazioni di ricarica pubbliche con roaming. Uno dei motivi che spiegano la bassa domanda di auto elettriche è senza dubbio il criterio dell’autonomia. Le auto a benzina e a diesel possono fare il pieno ovunque in Italia, per le auto elettriche invece è ancora faticoso trovare una stazione di ricarica. Sul territorio si contano solo 4’000 stazioni pubbliche. A confronto, in Germania sono già circa 30’000 le stazioni di ricarica a disposizione. «Sulle nostre strade abbiamo bisogno di una rete fitta di stazioni di ricarica che collaborano insieme. Se non riusciamo a convincere gli automobilisti che la questione della ricarica è risolta, non acquisteranno un’auto elettrica. Anche per quanto concerne il turismo ci occorrono più stazioni di ricarica, in particolare negli alberghi, affinché l’Italia rimanga un’ambita meta di vacanze», segnala Sabbioneda parlando di infrastruttura di ricarica. Attualmente Alpiq sta costruendo stazioni di ricarica ultrarapide in diverse località italiane.

Per il responsabile del team E-Mobility di Milano, l’allestimento di una rete fitta di stazioni di ricarica performanti è il miglior modo per convincere gli automobilisti a passare ad un’auto elettrica. «Siamo certi che presto anche l’Italia assisterà al boom della mobilità elettrica», dice Massimo Sabbioneda. Alpiq ha quindi aggiunto diversi esperti al team E-Mobility e come fornitrice full service è ora perfettamente equipaggiata per il crescente mercato della mobilità elettrica in Italia.

Maggiori informazioni:

Massimo Sabbioneda sulla prima fiera dedicata all'elettromobilità in Italia.