EN |DE |FR |IT
Alpiq in: Europa

Sicurezza d’approvvigionamento – il nostro compito principale

Fabbisogno d’elettricità in aumento

In Svizzera il fabbisogno d’elettricità sale in media dell’1-2 percento all’anno e, in considerazione della politica climatica, degli obiettivi di efficienza energetica e della crescita demografica, rimarrà elevato anche in futuro. Alpiq s’impegna affinché la domanda di elettricità sia sempre coperta mediante una produzione elettrica sufficiente, economica ed ecocompatibile. Il nostro compito principale è di garantire la sicurezza d’approvvigionamento del paese.


Nuova politica energetica – nuove sfide

A seguito dell’incidente al reattore di Fukushima, Consiglio federale e Parlamento hanno deciso di abbandonare l’energia nucleare e di strutturare l’approvvigionamento elettrico del paese in base ad una produzione rinnovabile, decentralizzata e irregolare. La legislazione necessaria ai fini di attuazione della nuova politica energetica deve attraversare le diverse fasi di una normale procedura democratica, fra cui la consultazione, il messaggio del Consiglio federale, la consultazione parlamentare e, infine, la decisione del popolo. L’applicazione pratica della nuova politica energetica e la futura garanzia di sicurezza d’approvvigionamento premettono anche l’apertura del mercato dell’elettricità, un accordo snello sull’elettricità con l’UE e condizioni quadro che forniscano una sicurezza legale e d’investimento nel lungo termine. Questi punti sono tuttora aperti. Malgrado i futuri sviluppi in ambito di politica energetica, Alpiq è disposta ad assumersi una grande responsabilità imprenditoriale e a fornire un contributo significativo ad un futuro energetico sostenibile. E siamo pronti a tal fine, grazie al nostro know how e alla nostra esperienza, alle nostre centrali odierne e future e al nostro forte posizionamento nel settore dell’efficienza energetica.